Home
Centro Zig Zag PDF Stampa E-mail

L’Associazione Pedagogia Moderna con il contributo del Municipio II del Comune di Roma giusta giudicazione di bando di gara, gestisce il CENTRO ZIG ZAG nella sede di Via Adigrat, 2 uno spazio dedicato dal Municipio II al sostegno alla genitorialità, alla prevenzione del disagio sociale dei bambini e delle loro famiglie, all’inserimento di bambini di diverse fasce di età in attività socializzanti, ludiche e ricreative e al supporto alle famiglie, in particolare per quelle che vivono momenti di conflittualità e/o fragilità sociale, attraverso interventi adeguatamente strutturati in:

SPAZIO BE. BI: un servizio concepito come una risposta ai bisogni dei bambini di età compresa tra i diciotto e i trentasei mesi e ai bisogni e alle necessità di flessibilità di quei genitori che per motivi diversi scelgono un luogo di cura e di socializzazione per i propri figli con orari limitati. Lo spazio Be.Bi. favorisce lo sviluppo delle potenzialità del bambino nel rispetto dei suoi ritmi evolutivi e delle diversità di genere e cultura. Basilare e imprescindibile è il rapporto con la famiglia, la quale è coinvolta il più possibile tanto nella gestione sociale quanto nel percorso educativo, per alimentare un rapporto di reciproca e serena fiducia tra educatore e genitore, distinguendone i ruoli e per consolidare da un lato la professionalità dell’educatrice e confermare dall’altro, la fiducia che il genitore deve riporre nell’educatrice.

L’orientamento psicopedagogico al quale l’A.pe.m. ha scelto di far riferimento, in considerazione delle realtà territoriali del Municipi II e dei ritmi evolutivi dei bambini, attinge a noti pedagogisti quali: Owen, Froebel, Agazzi, Montessori e lo psicologo Piaget, così come anche Mahler e Bowlby, e si lega in particolare ai nomi della pedagogia contemporanea, riconosciuti a livello nazionale ed internazionale, che hanno dato impulso fondamentale ad una nuova impostazione progettuale realmente finalizzata alla formazione primaria del bambino, non ultimo lo studioso americano Gardner.

LUDOTECA un luogo d'incontro in cui sono proposte attività (animazione, gioco, laboratori artistici, manipolativi, informatici, costruttivi ed espressivi, prestito libri e giornali, tornei, festa di compleanno, visite guidate ed uscite esterni ) che favoriscono l'accrescimento delle potenzialità creative e lo sviluppo fisico e psichico nell’età infantile e preadolescenziale.

La Ludoteca si presenterà come opportunità educativa e di gestione del tempo libero rivolto ai bambini dai 3 ai 12 anni.

Aperta da Lunedì al Venerdì dalle 16 alle 19. Lunedì e Mercoledì per i bambini della fascia 3-7 anni, Martedì e Giovedì per la fascia 8 – 12 anni, il Venerdì  a settimane alternate tra le due fasce di età

Nei periodi di chiusura prolungata delle scuole (natale e pasqua), è offerto il servizio di tempo di "Non Scuola" che prevede la possibilità di usufruire degli spazi della ludoteca anche di mattina, per partecipare alle attività ludiche e laboratoriali ovvero su specifica richiesta di almeno 8 bambini di studio assistito per lo svolgimento dei compiti assegnati dalla scuola.

Nel periodo di chiusura estiva della scuola per il tempo di “Non scuola” oltre al servizio di mattina della ludoteca verranno anche organizzati per i più grandi centri estivi plurigiornalieri e residenziali.

Il bisogno di sicurezza dei genitori rispetto ai figli, inteso nel senso di un luogo in cui i bambini possano ritrovarsi e sperimentare dei percorsi formativi creativi e stimolanti la loro personalità. La ludoteca può soddisfare il bisogno di sicurezza del genitore, ed anche e soprattutto il bisogno di espressività del bambino, che rischia di rimanere compromesso dalla monotonia e dalla ripetitività delle alternative che sono disponibili: televisione e videogiochi.

I genitori sono coinvolti in conferenze, incontri, dibattiti sulle problematiche della famiglia e sulla loro  soluzione affidate ad esperi del settore.

I bambini e i genitori troveranno nella ludoteca municipale di Via Adrigat 2 un luogo di sostegno all'integrazione e alla solidarietà, dove la diversità è vissuta come una ricchezza, di promozione alla convivenza fra più bambini e di modi di rapportarsi, dove la conoscenza e lo scambio diventano l’antidoto più efficace per prevenire situazioni di emarginazione e disagio.

Nell’ambito delle attività di ludoteca sono organizzare iniziative rivolte ai bambini nei periodi di vacanze scolastiche (Natale, Pasqua e Mese di Luglio) a sostegno in particolare delle famiglie con genitori entrambi lavoratori.

SOSTEGNO ALLA GENITORIALITÀ per sostenere i genitori dei bambini compresi tra i 3 e i 12 anni di età, presenti nel territorio compreso all’interno del Municipio II ivi incluse le coppie giovani, le famiglie monoparentali e i nuclei familiari e affettivi di riferimento delle famiglie, fornendo servizi di orientamento e consulenza sulle problematiche che concernono la genitorialità, le difficoltà evolutive, le dinamiche relazionali.

La funzione genitoriale non equivale semplicemente ad un insieme di pratiche educative riguardo il modo di allevare i figli, come si potrebbe pensare, bensì essa si configura come qualcosa di più complesso, che comporta delle specifiche abilità che si apprendono nel tempo, comprendendo anche tutte quelle idee ed aspettative che influenzano il modo di agire della coppia genitoriale; le azioni dei genitori sono infatti strettamente legate ad un insieme di cognizioni, di cui spesso sono inconsapevoli, che riguardano lo sviluppo e l’educazione.

Talvolta i genitori appaiono incerti nell’esercizio della loro funzione, soprattutto quando si tratta di dare regole e stabilire limiti. Non sempre è possibile fare riferimento ai modelli appresi: abitudini e stili educativi delle proprie famiglie e culture di origine, risultano spesso inappropriati, considerando il così rapido mutamento dei costumi.

I genitori possono trovare nel Centro Municipale di Via Adrigat  esperti a cui chiedere consigli e un luogo in cui dibattere dei problemi relativi al rapporto con i figli o dove vengono aiutati a riflettere su quelli che sono gli strumenti che già possiedono, ma di cui, in certi momenti, risultano inconsapevoli, o mettono in dubbio l’esistenza: il sostegno in questo caso può servire a supportarli nello sviluppo di un proprio intuito educativo, ad assumere atteggiamenti appropriati e ad arrivare ad una consapevolezza e ad un atteggiamento emotivo che risultino positivi sia per il genitore ed il bambino individualmente, sia per il loro rapporto.

Gli interventi a sostegno della genitorialità proposti si articolano in:

Interventi aggregativi

A.      Organizzazione di laboratori di creativi ed esperienziali sviluppati all’interno del confronto generazionale nel rapporto tra figure di riferimento affettive e dell’identità di genere. I laboratori ludici saranno organizzati due volte al mese e avranno durata di un ora e mezza. I laboratori saranno condotti da un educatore esperto che consentirà e favorirà la socializzazione in un clima di scambio e di confronto. Al lavoro dell’educatore verrà affiancato una volta al mese il lavoro di uno psicologo co-conduttore degli incontri al fine di favorire lo scambio generazionale e la comunicazione. I laboratori saranno rivolti alle famiglie, genitori e figli insieme. La copresenza di uno psicologo, che utilizzerà tecniche specifiche per la conduzione di gruppo, è tesa a favorire l’emergere di sentimenti di condivisione, empatia, rispetto dell’altro, apertura verso l’altro.

Interventi di contrasto al disagio

-       Un Centro di ascolto (counseling specialistico) psicologico, legale e psico-educativo mirato a valutare le problematiche riferite dall’utenza e a gestire un primo livello di risoluzione attraverso la ridefinizione del problema, il sostegno offerto e l’accompagnamento dell’utenza verso la rete dei servizi socio-sanitari, educativi e del privato sociale, competenti nell’area territoriale interessata. Lo sportello di ascolto sarà attivo per due ore (2 h) a cadenza settimanale per 28 settimane. Nell’ambito di questo spazio di ascolto saranno implementate attività di Consulenza psicologica individuale, di coppia e di gruppo e ove necessario cicli brevi di psicoterapia (al massimo 10 incontri) mirati e Consulenza legale.

B.       Incontri formativi tra genitori mirati al confronto e alla riflessione su specifiche tematiche quali ad esempio lo sviluppo psico-fisico, la comunicazione intergenerazionale, l’adolescenza e le sue caratteristiche, lo sviluppo di uno stile educativo efficace, l’acquisizione e/o il riconoscimento e/o il rinforzo di abilità e competenze utili, ai fini della promozione del benessere di coppie, genitori e figli. Gli incontri, di uno ora e mezza ciascuno, saranno 8 a cadenza mensile e saranno condotti da psicologi e psicoterapeuti esperti sull’infanzia e la pre-adolescenza.

FESTA PER BAMBINI AL CENTRO I genitori dei bambini iscritti alla Ludoteca potranno rivolgersi al Centro per organizzare una festa ai propri figli. L’occasione più ovvia per la festa dei bambini è il compleanno, da festeggiare con i compagni di scuola se la festa capita in periodo scolastico, oppure con gli amici di villeggiatura o di quartiere se la festa cade durante le vacanze estive. Altre occasioni per fare festa sono: Halloween per allietare i piccoli con travestimenti e giochi a sorpresa, le feste di Natale per organizzare partite a tombola e altri giochi da tavolo, il carnevale per coinvolgere i piccoli ospiti in vivaci balli in maschera, l’ultimo giorno di scuola per festeggiare l’arrivo delle vacanze e salutare i compagni con giochi all’aperto...

Nel Centro i genitori potranno trovare oltre ad un locale adeguato personale specializzato che si occupa di animazione, rinfresco e decorazioni.